Una valida alternativa al lardo di colonnata, il lardo filetto soppressato

Lardo di colonnata o lardo filetto soppressato, sicuramente il secondo fa la differenza e pur unendo il classico sapore del lardo al gusto del filetto e del salame ne mantiene le caratteristiche gustative.

Ora un confronto con il lardo di colonnata non ha senso visto che le origini sono diverse ma sicuramente per alcuni impieghi questa soluzione può diventare una valida alternativa.

Il Lardo di Colonnata è un salume ad indicazione geografica protetta (IGP), tipico dell’omonimo paesino sulle Alpi Apuane, nel comune di Carrara. Viene prodotto con lardo di suino, stagionato in conche di marmo di Carrara.

Il lardo di Colonnata ha un aspetto umido, è di colore bianco leggermente rosato e presenta una consistenza omogenea e morbida. Ha un sapore delicato e fresco, quasi dolce, finemente sapido se proveniente dalla zona delle natiche, arricchito dalle erbe aromatiche e dalle spezie usate nella lavorazione e dal profumo fragrante.

Il lardo filetto sopressato che ho degustato ieri è invece una produzione locale ed artigianale, arriva dalla società agricola di Signorato Giancarlo di Lonigo e rappresenta un insieme di soppressa d.e.c.o. una fetta di lardo ed un cuore di filetto.

L’aspetto è certamente invitante, il budello che contiene l’insaccato avvolge in primis un centimetro circa di soppressa, poi abbiamo del lardo e per finire un filettino di maiale. Ha un sapore delicato e subito si nota la scioglievolezza del lardo, un gusto quasi dolce che poi viene sopraffatto dal sapido e salato tipico dell’insaccato e del lardo. Sicuramente il gusto prevalente è quello del lardo ma la consistenza che prevale è quella del filetto, secondo me ottimo da gustare al naturale, tagliato fino ed appoggiato su dei crostini caldi, magari di pane toscano (non salato), che permettono al salume tagliato fine di sciogliersi sul pane oppure in una pizza gourmet messo a fine cottura. Da assaggiare anche su dei crostini caldi accompagnato da delle code di gambero grigliate, un ottimo contrasto di sapori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *